Fra le diverse tipologie di masserie ( il cui termine deriva da massa come insieme di fondi o blocco di immobili rurali) le più antiche sono quelle che hanno inglobato al loro interno torri a base quadrata, le quali, situate a poca distanza dalla costa rappresentavano dei veri e propri presidi militari contro l’attacco dei Saraceni.

Tale tipologia di masseria viene quindi definita come fortificata proprio perché caratterizzata, inizialmente, dalla funzione difensiva. Una volta perduta la loro funzione di origine sono poi diventate centro delle diverse attività agricole della zona.

La Masseria Fortificata Gianferrante è citata in diversi testi sia perché è una fra le più antiche masserie del territorio di Ugento sia per la bellezza degli elementi decorativi della torre:

-“Costruita intorno al 1200 (è quindi una fra le più antiche masserie del territorio di Ugento) per opera di Mons. Giovanni FERRANTE, vescovo di Ugento. Questo fabbricato conserva in tutto il suo splendore lo stile dell’epoca, specie nel torrione i cui motivi ornamentali di corona fanno bello spicco specie sulla faccia est. …cisterna interna per l’approvvigionamento idrico degli abitanti e quindi con possibilità di lunga resistenza alla difesa da eventuali assedi, cosa questa non comune con altre masseria, le cui cisterne risultano ubicate nel recinto o addirittura fuori. UGENTO ED IL SUO TERRITORIO di Francesco Corvaglia.”

-“Nella Platea dei beni conventuali delle Benedettine di Ugento del 1671 veniva chiamata Cianferante

-“I prospetti est e nord sono molto belli, arricchiti da una serie di eleganti mensole sovrastate da cornice: le caditoie, interrompendo la serie delle mensole, creano un simpatico effetto visivo. ” MASSERIE DEL SALENTO di Cesare D’Aquino e Pierluigi Bolognini.- CAPONE EDITORE.

Comments are closed.