The Garden and the Natural pool


The current appearance of the Masseria Gianferrante is due to the vision of landscape architect Filippo Piva. An organic vision, where the vegetable garden, the gardens and the natural pool form a harmonious whole enclosed by the ancient walls.

Relaxing in the natural pool


The bio-lake is a green oasis where water and plants together achieve perfect harmony with the rest of the landscape.You can bathe in the water made fresh by purification through aquatic plants and a specific technical system, without the use of chemicals such as chlorine.You can stop under the pergola to enjoy the coolness and the view of a mirror of water, full of water lilies and other aquatic plants.

foto Bruna Rotunno Scopri di più

The Garden of Elements


An initial enclosure of high dry-stone walls encloses the first courtyard of the farmhouse, which develops all around the watchtower, where the theme of the luxuriant, lush garden is preserved as if inside a precious stone casket that cannot be perceived from the outside, as in some Arab gardens, small paradises on earth.
The four gardens that make up the inner courtyard of the farm develop their relationship with the Elements and take their characteristics from them:

Wind Garden
Giardino del Fuoco
Giardino dell'Acqua
Giardino della Terra

L’Agrumeto e il Frutteto


L’agrumeto - dove crescono rigogliosi limoni, aranci amari e dolci, cedri, chinotti, bergamotti, kumquat, mandarini - contorna le stanze degli ospiti.
Il percorso che attraversa l’agrumeto è completamente pergolato, ricoperto dalle fronde dei gelsomini (Jasminum officinale) e dei solanum (Solanumjasminoides), invitando a piacevoli soste all’ombra, immersi nei profumi degli agrumi e del gelsomino.


Anche il frutteto è ricco di varietà diverse e tradizionali, come la mela di San Giovanni, l’albicocca di Galatina, la ciliegia Ferrovia, la “fica casciteddha”, mandorli, pesche tabacchine, nespoli, gelsi e cachi, per offrire frutta fresca dalla primavera all’autunno.

L’Orto


Anche l’Orto è stato concepito come un giardino, sempre diverso, a seconda delle stagioni.
Racconta l’architetto Filippo Piva:

attraversando un'antica porta riaperta nella prima cerchia muraria della masseria fortificata, si entra in questa grande stanza all’aperto, posta tra la recinzione in pietra a secco del vecchio ovile e l’agrumeto, dove è stato realizzato l’orto.

Scopri di più

Fitodepurazione
Il ciclo virtuoso dell’acqua


A coronamento di questo progetto di sostenibilità agricola e turistica, tutte le acque reflue prodotte dall’agriturismo vengono depurate tramite un impianto di fitodepurazione (Impianto a flusso verticale sub- superficiale), che permette il recupero di gran parte delle acque di utilizzo civile per l’irrigazione del giardino, creando un ciclo chiuso virtuoso per il risparmio idrico.


L’impianto di fitodepurazione accoglie sulla sua superficie una ricca varietà di piante che cambiano a seconda delle stagioni.

Più di mille parole, valgono le immagini del Documentario realizzato da Peter Podjavorsek (ARTE’) sulla Masseria Gianferrante.
Yvonne e Antonio raccontano, passeggiando tra i giardini e l’orto, la visione del progetto di verde dell’architetto Filippo Piva

CREDITS:
Un film di PETER PODJAVORSEK
Con la collaborazione di SYLVIA KLEMEN
Riprese di OLIVER GURR
Suoni di ZORA BUTZBE
Montaggio di PETER KLUMM
Musica di SIBYLLE BOECKH
Produttore CLAUS WISCHMANN
Redazione PETER ALLENBACHER (ZDH) - FRANK AYDT (SERVUS TV)
Una produzione HEIDEFILM
in coproduzione SERVUS TV
e in collaborazione con ARTE'

RICHIEDI
PREVENTIVO